Sei qui: Home

Le nostre sedi

image image image image
Dubai
New York
Roma
London
* * * *

Rateazione Straordinaria

Premessa

Il c.d. Decreto del fare ha introdotto la possibilità di effettuare i pagamenti dilazionati in 120 rate.

Per rendere attuabile tale previsione era però necessaria l’emanazione di un decreto attuativo, entro il 20 settembre 2013, che si è fatto attendere.

Infatti, soltanto l’8 novembre scorso è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze in Gazzetta Ufficiale. Analizziamone i principali aspetti.

Le novità introdotte dal Decreto del fare

Il Decreto del fare ha consentito all'agente della riscossione di concedere piani straordinari di rateazione decennale nel caso in cui ricorrano congiuntamente:

-        la condizione di accertata impossibilità per il debitore di eseguire il pagamento del credito tributario secondo un piano ordinario;

-        quella di solvibilità dello stesso debitore, valutata in relazione al piano di rateazione concedibile.

Tali condizioni, che inizialmente erano state disciplinate singolarmente, individuando per ognuna delle quali specifiche condizioni, sono state successivamente “fuse” in un unico requisito richiesto.

Se infatti inizialmente si chiedeva la dimostrazione del possesso di fonti stabili di reddito o di beni immobili espropriabili, oggi entrambe le condizioni si ritengono rispettate allorquando l’importo della rata:

  • sia superiore al 20% del reddito mensile del nucleo familiare del richiedente, avuto riguardo all'Indicatore della Situazione Reddituale (ISR), rilevabile dalla certificazione dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) dello stesso nucleo, (per le persone fisiche e le ditte individuali con regimi fiscali semplificati);
  • sia superiore al 10% del valore della produzione (per i soggetti diversi da quelli di cui al punto precedente). In quest’ultimo caso è inoltre richiesto che l’indice di liquidità sia compreso tra 0,50 e 1.

 

 

 

 

 

 

Il credito d’imposta del 35% per l’assunzione di personale altamente qualificato

Introdotta un’agevolazione per le imprese, consistente nella possibilità di portare in compensazione in F24 il 35% del costo aziendale sostenuto per l’assunzione a tempo indeterminato di personale dotato di titoli accademici idonei (dottorato di ricerca conseguito in Italia o all’estero o laurea magistrale specifica impiegato in attività di R&S), a partire dal 26 giugno 2012.

Ogni impresa, a prescindere dalla tipologia di contabilità adottata o dalla dimensione aziendale, potrà proporre istanza per un importo massimo di 200.000 euro annui.

Le risorse stanziate sono pari a 25 milioni per il 2012 e 50 milioni per il 2013, fatta salva una riserva di 2 milioni per il 2012 e 3 milioni per il 2013 a favore delle zone colpite dal sisma in Emilia.

Riportiamo di seguito le caratteristiche principali dell’agevolazione e una check-list da compilare per informare lo Scrivente Studio della volontà di aderire al bonus.

Leggi tutto: Il credito d’imposta del 35% per l’assunzione di personale altamente qualificato

Nuovi limiti alla deducibilità fiscale delle auto

         Attualmente, ai fini delle imposte sui redditi, l'art. 164, D.P.R. 22.12.1986, n. 917, prevede che le spese e gli altri componenti negativi relativi ad autovetture, autocaravan, ciclomotori e motocicli che non siano destinati a essere utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell'attività propria dell'impresa, sono deducibili nella misura del 40%.

La medesima percentuale si applica in relazione alla deducibilità dei costi relativi a detti mezzi di trasporto utilizzati dai professionisti, limitatamente a un solo veicolo per persona.

Su tali disposizioni è intervenuta la L. 28.6.2012, n. 92, contenente la riforma del mercato del lavoro (cd. “riforma Fornero”).

Leggi tutto: Nuovi limiti alla deducibilità fiscale delle auto

Srl semplificata, si parte mercoledì 29 agosto

Entra in vigore lo statuto standard previsto dal D.M. 138.

Dal 29 agosto 2012 si potrà utilizzare, in modo particolare per i giovani imprenditori, una nuova struttura organizzativa per operare in forma societaria. Da questa data infatti i notai potranno presentare presso i registri delle imprese atti costitutivi di SRL in forma “semplificata”. Questo è l’effetto della pubblicazione
nella G.U. dello scorso 14 agosto del decreto del Ministero della Giustizia n. 138 del 23/06/2012 con cui è stato emanato il modello standard di atto costitutivo e statuto del nuovo tipo di società a responsabilità limitata.

Leggi tutto: Srl semplificata, si parte mercoledì 29 agosto

FIRMA DIGITALE

ATTENZIONE! Il nostro studio è INCARICATO AUTORIZZATO dalla CCIAA di Roma per la sottoscrizione e la distribuzione agli utenti del dispositivo di firma digitale. Leggi tutte le info cliccando sull'immagine.