Auto: addio alla scheda carburante

Addio alle vecchie amate/odiate schede carburante. Dal 1° luglio 2018 tutto cambia per la deduzione e detrazione IVA degli acquisti di carburante. Le nuove regole Dovremo abituarci all’utilizzo dei soli pagamenti tracciabili e della fatturazione elettronica per poter usufruire del documento contabile. L’entrata in vigore è tuttavia di fatto traslata al 1° gennaio 2019, in quanto è previsto un emendamento a breve che consente di continuare con la vecchia prassi fino a fine anno. Ovviamente la nuova disciplina è tesa a contrastare quell’antipatico atteggiamento di sopravvalutare gli importi di carburante acquistati ai rifornimenti. Fatturazione Eletronica Il nuovo art. 22 comma 3 […]

CONTINUA A LEGGERE

Autovetture UE – Stretta IVA, dal 2018 si versa

Il Quadro L’Italia chiude il cerchio sulle importazioni di autovetture dalla UE. Dal 2018 tutte le immatricolazioni di auto provenienti dal mercato extra-italiano dovranno essere supportate dal versamento dell’IVA, tramite il “Modello F24 – Elementi Identificativi”, nel quale andranno trascritti i dati del veicolo che si andrà ad immatricolare. Le motorizzazioni quindi, non potranno più immatricolare veicoli che non siano equipaggiati nella loro documentazione del pagamento dell’IVA con il Modello F24. Le modalità La comunicazione deve essere effettuata entro 15 giorni dall’acquisto e comunque anteriormente alla presentazione della domanda di immatricolazione. Tutti i soggetti obbligati (imprese, professionisti e privati) debbono […]

CONTINUA A LEGGERE

Compensazioni IVA 2018

Il quadro Dal 1° gennaio di ogni anno è possibile utilizzare in compensazione il credito Iva relativo all’anno precedente. Tuttavia esistono alcuni limiti operativi che rimangono ancorati a degli importi di credito e per i quali al contribuente spetta mettere in atto alcuni accorgimenti allo scopo di poter utlizzare il credito stesso. Fino a 5mila euro non ci sono limiti, la compensazione è libera già dalla prima scadenza del 16 gennaio 2018. Il contribuente può tranquillamente utilizzare l’importo al primo F24 utile (codice tributo 6099 – anno di riferimento 2017). Sopra i 5mila euro invece, il contribuente dovrà attendere il 10° giorno successivo […]

CONTINUA A LEGGERE